Tricopil

tricopil

TRICOPIL

Manuel Casaburo

Mettiamo un punto alla calvizie
tricopigmentazione

DOMANDE FREQUENTI

LA TRICOPIGMENTAZIONE È UN TATUAGGIO?

NO, agli occhi di molti, la tricopigmentazione potrebbe sembrare un tatuaggio, ma, sebbene la tecnica sia molto simile, sono molte le differenze tra queste due tecniche.
Innanzitutto il pigmento utilizzato, nella tricopigmentazione è caratterizzato da microparticelle molto piccole, anallergiche e riassorbibili (fagocitato) dall’organismo.
Inoltre la sede di deposito nel derma è molto più superficiale rispetto a quella del tatuaggio. L’ago utilizzato ha al suo interno una parte ruvida che permette un rilascio di pigmento più preciso e controllato nel derma rispetto a quello utilizzato nei tatuaggi.
Lo strumento utilizzato nella tecnica della tricopigmentazione è specifico solo per questa procedura ed  è caratterizzato da un numero di battute studiate e programmate appositamente per favorire l’operatore in questo tipo di pratica.

TRICOPIGMENTAZIONE NELLE DONNE?

Certamente SI, qualsiasi caso può essere trattato con successo. Sia nell’uomo che nella donna.

LA DURATA DI UN TRATTAMENTO DI TRICOPIGMENTAZIONE?

Il trattamento di tricopigmentazione ha una sua durata dai 6 ai 18 mesi, a seconda del tipo di pelle, della zona trattata e del paziente. Il trattamento di tricopigmentazione è reversibile, una scomparsa quasi totale può essere preventivata in due anni dopo il trattamento.

LA TRICOPIGMENTAZIONE È DOLOROSA?

Il dolore è un fattore assolutamente soggettivo ed individuale. Solitamente si avverte un piccolo fastidio molto lieve nella zona trattata durante la seduta, questo grazie alle strumentazioni e le tecniche utilizzate, create appositamente per donare al paziente maggiore comfort e sicurezza.

QUANTO DURA UNA SEDUTA DI TRICOPIGMENTAZIONE?

Il tempo medio d’esecuzione di un trattamento varia, a seconda dell’area trattata e dalla qualità della cute, ma solitamente si aggira sulle tre ore in prima seduta e due ore per la seconda.